10_ottobre.numbers
parallax background

La sicurezza senza oppressione,
è l´obiettivo da raggiungere

 

I prodotti Centro Sicurezza Casa sono la soluzione ideale per risolvere il vostro bisogno di sicurezza. Il nostro concetto di protezione davvero esemplare, dimostra che per realizzare una moderna grata è necessario soprattutto pensare a chi la utilizzerà.
Ecco perchè crediamo che il design e le soluzioni di montaggio di ogni grata possono e devono integrarsi al meglio nella vostra casa, regalando ad ognuno una migliore qualità della vita.

Centro Sicurezza Casa è l´azienda che, pur non avendo nessun obbligo di certificazione, volontariamente è certificata nel prodotto (in classe II, III, IV e gli unici in classe V secondo le normative UNI ENV 1627/1630), nel sistema produttivo ed UNI EN ISO 9001.

Professionalità e consulenza per il miglior rapporto qualità/prezzo.
Tecnici e personale sempre disponibili per cercare e trovare con i clienti le migliori soluzioni.


Scopri cosa dicono di noi i nostri Clienti


 

Clienti soddisfatti


La soddisfazione dei nostri clienti è il nostro biglietto da visita e la nostra motivazione!
Nella mappa potete visionare le località ed il numero delle installazioni (anche per tipo di prodotto) realizzato.

Vedi tutte le installazioni

Dove siamo


MADIGNANO (CR)
Via E. Mattei snc - 26020

Tel. +39 0373.965908
centrosicurezzacasa@xecur.com


Clicca qui per vedere la mappa


 
 

 

Scopri l'azienda


Questo documento esprime gli impegni e le responsabilità etiche nella conduzione degli affari e delle attività aziendali assunti da Centro Sicurezza Casa e dai suoi collaboratori.

Il Codice Etico Aziendale costituisce elemento fondamentale del complesso di norme interne e procedure adottate per il recepimento della disciplina prevista dal decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 e s. m. i. in tema di responsabilità amministrativa delle Società.

Conformità alle leggi, trasparenza e correttezza gestionale sono i principi cardine dell’azienda al fine di competere efficacemente e lealmente sul mercato e migliorare la soddisfazione dei propri clienti, sviluppare le competenze e la crescita professionale delle proprie risorse umane. Le finalità che il presente Codice vuole perseguire sono di eliminare o di prevenire atti contrari alla morale comune o all’interesse della Società, di aiutare i dipendenti a risolvere problematiche di natura etica, di migliorare i rapporti con gli stakeholders.
Scarica codice etico


Detraibilità Fiscale

  • Detrazione 50%, scatta la proroga per le ristrutturazioni edilizie.

Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio beneficiano di importanti agevolazioni fiscali, sia quando si effettuano sulle singole unità abitative sia quando riguardano lavori su parti comuni di edifici condominiali.
La più conosciuta tra queste agevolazioni è sicuramente quella disciplinata dall'articolo 16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico delle imposte sui redditi), che consiste in una detrazione dall'Irpef del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.
Per le spese effettuate nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013, il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la percentuale di detrazione e a 96.000 euro l'importo massimo di spesa ammessa al beneficio.
Questi maggiori importi sono poi stati prorogati più volte da provvedimenti successivi. Da ultimo, la legge di bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017) ha rinviato al 31 dicembre 2018 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.
Salvo che non intervenga una nuova proroga, dal 1° gennaio 2019 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro.
Fra gli interventi ammessi, rientrano gli interventi relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.
Per "atti illeciti" si intendono quelli penalmente illeciti (per esempio, furto, aggressione, sequestro di persona e ogni altro reato la cui realizzazione comporti la lesione di diritti giuridicamente protetti).
In questi casi, la detrazione è applicabile unicamente alle spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili. Non rientra nell'agevolazione, per esempio, il contratto stipulato con un istituto di vigilanza.
A titolo esemplificativo, rientrano tra queste misure:

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie
    degli edifici
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione
  • porte blindate o rinforzate
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
  • apposizione di saracinesche
  • tapparelle metalliche con bloccaggi
  • vetri antisfondamento
  • casseforti a muro
  • eccetera
Cosa dice la Legge.

  • PRESENTAZIONE DIA

La DIA va obbligatoriamente presentata per tutti quei casi in cui i cancelletti, le inferriate, le tende da esterno, i doppi infissi o similari vengano collocati o sostituiti IN EDIFICI STORICI, o EDIFICI RICADENTI IN ZONA DI VINCOLO AMBIENTALE Dlgs 490/99 (ex legge 1497/39) o EDIFICI VINCOLATI COME BENI CULTURALI (ex legge 1089/39) mentre NON OCCORRE AUTORIZZAZIONE IN TUTTI GLI ALTRI CASI, purchè l´installazione o la sostituzione di cancelletti, inferriate, tende da esterno, doppi infissi o similari sia dello stesso tipo di eventuali già presenti o, se di nuova installazione, con univocità di tipo, stile e colore per fabbricato.

  • Inferriate alle finestre del condominio

" È legittima, in mancanza di effettivo pregiudizio al decoro architettonico dell'edifico, la collocazione di inferriate alle finestre di un´unità immobiliare sita in un condominio, atteso che la funzione di difesa della proprietà individuale appare senz´altro meritevole di tutela. (Trib Rimini, sentenza 25 maggio 1995, est. dott. Cetro · massimata). Detta delibera, che qualificava come arbitrario la installazione di inferriate alle finestre di un appartamento, aveva delegato l´amministratore ad adottare i provvedimenti più opportuni per l'eliminazione delle stesse". " È legittima l´installazione di inferriate alle finestre di un´unità immobiliare condominiale, in quanto l´opera realizzata non comporta alcun turbamento estetico nella simmetria dell´edifico e alle sue linee architettoniche. Anche se l´opera cagionasse un pregiudizio economicamente valutabile, rispetto ad esso prevale l´interesse dei singoli condomini a tutelare la sicurezza dei propri beni e delle proprie persone. Massima: Sentenza Corte d'Appello MILANO · del 14 aprile 1989".